THE TREE

MAG

Tenne Landhaus di TKA Thomas Kröger Architekt

ARCHITETTO:

TKA Thomas Kröger Architekt

PHOTO:

Thomas Heimann

ANNO:

2014

LUOGO:

Uckermark, Berlin, Germania

LINKS:

In un piccolo villaggio nell’Uckermark, a nord di Berlino, un grande fienile è stato trasformato in una casa di campagna con un ulteriore appartamento indipendente.
Il fienile fu costruito 140 anni fa in una costruzione mista di muratura in mattoni e legno. A suo tempo, un edificio funzionale ultramoderno. Dopo che il granaio fu venduto e diviso, il sistema fu trasformato strutturalmente per due famiglie di coloni e bestiame in case bifamiliari. Una metà è stata riprogettata dall’architetto Thomas Kröger per una giovane famiglia, usando il linguaggio preesistente della casa e adattandolo con i propri mezzi e regole per reinventarsi. Questa ex stalla insieme al fienile è un edificio estremamente stabile con spessi muri in pietra, piccole finestre al piano superiore e un grande cancello di legno sottostante.

La bellezza intrinseca della capriata grezza e l’ampiezza della stanza furono nuovamente sperimentate solo dal carotaggio. Il centro della casa è un soggiorno a doppia altezza con camino. Tre grandi nuove aperture ad arco che possono essere chiuse da grandi cancelli di legno, aperte per esporre il frutteto e distese verdi oltre. La casa è progettata in modo tale che la grande sala non sia riscaldata e sia circondata da un corpo chiuso e riscaldato di stanze. Quindi, per le stagioni fredde, possono essere utilizzate solo le aree più piccole e più socievoli della casa, come i nidi di uccelli. Proprio accanto alla sala e leggermente rialzato si trova il soggiorno e una cucina indipendente. La sala da pranzo è sormontata da una piramide di legno. Al piano superiore, sopra e intorno alla sala, ci sono tre camere da letto, due bagni, due studi e una loggia è chiusa. Alla fine del frontone si trova l’appartamento per gli ospiti. Si accede separatamente all’appartamento pur avendo una connessione con la sala centrale. Al piano terra si trova la zona giorno e pranzo e al primo piano due camere da letto e un bagno.

Una trasformazione ha avuto luogo anche attorno all’involucro dell’edificio. La differenza con la struttura sul lato della strada è appena leggibile. Con le nuove aperture verso il giardino privato, il gesto rappresentativo porta con sé solo il livello desiderato di integrazione tra spazio interno ed esterno.
L’intero edificio è stato aggiornato e un attento approccio all’energia è stato fatto in questo attento restauro. Le pareti delle stanze riscaldate sono isolate all’interno con un riscaldamento a parete e intonaco di argilla. Tutte le stanze mantengono le stesse qualità superficiali, sia riscaldate che non riscaldate.

Testo fornito dall’ Architetto

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas