Shelter to Ground di Batten and Kamp

DESIGNER:

Batten and Kamp

PHOTO:

Batten and Kamp , Xin Li

ANNO:

2020

PRODUZIONE:

Hong Kong

“Shelter to Ground” di Batten e Kamp è nato dal desiderio di trovare la calma nei contrasti di Hong Kong, una città definita da una stretta coesistenza di metropoli e giungla. Dopo quasi due anni di esperimenti, la coppia ha lanciato una famiglia di sedie, tavoli, luci e specchi scultorei che esprimono una semplice armonia tra materiali naturali e materiali creati dall’uomo.

Crudi ed eleganti allo stesso tempo, i mobili sono creati giustapponendo con attenzione massi e pietre trovati con pannelli di vetro e semplici componenti in lamiera piegata. Sia fisicamente che metaforicamente le pietre intatte macinano i pezzi, fungendo da ancore per i componenti in metallo e vetro che formano sedili, superfici e luci.

Il processo di creazione dei mobili è volutamente laborioso e manuale. Per creare ogni articolo, la coppia trova prima un masso in natura, dopo di che determina le dimensioni specifiche dei corrispondenti pezzi di metallo e vetro, in modo che i componenti fabbricati siano in armonia proporzionale con il componente naturale.

Questo processo significa che ogni sedia, luce o tavolo è diverso dall’ultimo. I progettisti vedono questo come una sorta di collaborazione con il caso: impostano i parametri decidendo l’intenzione generale del pezzo e lasciano che la natura imponga le proporzioni finali.

“Per il design, questo è un processo capovolto. Piuttosto che predeterminare la forma e forzare la natura a piegarsi alla nostra volontà, troviamo prima il materiale naturale e rispondiamo ad esso il più delicatamente possibile. È un tipo particolare di minimalismo: un’interferenza minima con l’attuale, piuttosto che una minima complessità visiva. Vogliamo semplicemente evidenziare la bellezza che è già lì. ”

È un processo molto fisico e un risultato molto fisico, entrambi legati alla connessione. Sono mobili da utilizzare, ma la loro funzione principale è quella di strumenti di contemplazione. Come le rocce degli studiosi o un’opera di Lee Ufan, hanno lo scopo di aiutarci a pensare o sentire più profondamente le relazioni – con la natura, tra materiali, luoghi, paesaggi, idee diversi … “

“Volevamo che il rapporto materiale fosse non dispiaciuto ma non duro. La pietra grezza e ruvida incontra sottili linee dure di acciaio e vetro. È solo l’armonia proporzionale che impedisce che si tratti di uno scontro violento. ”.

Testo fornito dal Designer

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas