Sharks never sleep di Luca Marianaccio

ANNO:

2017

Luca Marianaccio, in questo lavoro eseguito per la Regione Puglia, ha realizzato degli scatti quasi metafisici in cui cerca di indagare cosa significa esistere in un determinato luogo e come l’individuo e il luogo si influenzano a vicenda.

Luca Marianaccio – Sharks never sleep

Luca puoi parlarci di questo progetto?

È un lavoro commissionato dalla sezione Turismo della Regione Puglia che insieme a Proàgo ha invitato cinque fotografi europei. Questi sarebbero stati ospiti di altrettanti fotografi pugliesi e insieme avrebbero dovuto indagare sui borghi marini pugliesi seguendo le tracce delle leggende marinare. Personalmente ho affiancato Piero Percoco e insieme abbiamo sviluppato un progetto sulla città di Bari. Abbiamo costituito un pretesto, una traccia iniziale per osservare e raccontare una porzione di territorio che è imprescindibile dalla presenza dell’essere umano, presenza che qualifica il paesaggio circostante. Questo ci è servito per un fare un ragionamento più ampio sul rapporto tra esistenza e luoghi in cui tale esistenza si sviluppa, andando oltre la semplice documentazione e creando una sovrapposizione di significati, mettendo l’accento sul rapporto che si instaura tra individuo e paesaggio, tra chi osserva e ciò che viene osservato.

Luca Marianaccio – Sharks never sleep

Sul tuo sito web spesso le foto di questo progetto non vengono presentate da sole, ma accanto ad altre in cui è possibile trovare dei rimandi…

Sì, lavoro spesso su questo tipo di assonanze. Mi piace molto avvicinare le immagini perché possono rafforzarsi e ampliare il loro significato. Questo approccio diventa un veicolo di lettura ed un modo per fare nuove scoperte. È piacevole vedere due immagini scattate in luoghi e tempi diversi che hanno alcune cose in comune.

[lab_divider title=”ULTIMI ARTICOLI”][lab_portfolio_items category_filter=”no” columns=”3″ portfolio_query=”size:9|order_by:date|post_type:,portfolio|tax_query:1358,1186,1188,1170″]

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas