THE TREE

MAG

Sejima Kazuyo di SANAA e la spirale esposta alla Biennale

[vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

AUTORE:

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]Sanaa

Sejima Kazuyo[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

IMMAGINI:

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]Andrea Carloni[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

ANNO:

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]2018[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

LUOGO:

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]Venezia, Italia[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Sejima Kazuyo parla del progetto di SANAA realizzato in occasione dell’ultima Biennale di Venezia, quella del 2018. L’installazione che avete realizzato è una grande spirale trasparente. Com’è nata l’idea del progetto? Cosa volevate trasmettere?

Il tema di questa Biennale di Venezia è stato Freespace. La nostra mostra doveva essere ambientata nell’Arsenale e per questo motivo abbiamo compiuto una serie di studi per capire cosa potevamo creare. Dopo vari confronti abbiamo deciso di creare dei riflessi sovrapposti attraverso tortuosi tondi realizzati in plexy completamente trasparente. Grazie alle piccole finestre presenti nell’Arsenale, abbiamo portato lo scenario esterno verso lo spazio interno con i riflessi. In questo modo le persone guardando al paesaggio interno vorrebbero mescolare le differenti immagini scaturite dai due spazi. Volevo rappresentare paesaggi diversi all’interno dell’Arsenale.[/vc_column_text][vc_column_text]

Testo tratto da intervista a Kazuyo Sejima da parte di The Tree Mag

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas