SAC Sacromonte Landscape Hotel Shelters di MAPA

Sacromonte è un invito ad avvicinarsi al mondo dei vini pregiati in un ambiente naturale remoto, dove la raffinatezza e il rudimentale convivono in una nuova esperienza del paesaggio.
Le sue terre, che si estendono per oltre 250 acri, sono immerse in una posizione privilegiata: le sierre selvagge dell’Uruguay orientale. A uguale distanza tra Punta del Este, José Ignacio e Pueblo Garzón, è un ecosistema unico da vivere con uno spirito singolare.
Sacromonte come campo di esperienze
Sacromonte è paesaggio. È un campo di forze relazionali, di antica intensità e di nuovi impulsi che creano congiuntamente una nuova entità senza precedenti. Pertanto, la natura, la produzione, le infrastrutture e l’energia palpabile del sito configurano un campo di stimoli da scoprire; un campo di esperienze.
In questo paesaggio idilliaco, i giovani vigneti adattati alle caratteristiche uniche del suo suolo, interagiscono con una collina da cui si può osservare l’intero punto, con le sue praterie lussureggianti, i bacini naturali di acqua sorgiva e diversi ruscelli che attraversano la valle densamente circondata da incontaminate vegetazione. È l’esploratore contemporaneo che riscriverà la propria sceneggiatura, interpretando il paesaggio mentre cammina attraverso una vasta gamma di scenari.

Sacromonte (Vini Artigianali) farà parte di una giovane costellazione di piccole cantine uruguaiane di recente riconoscimento internazionale come produttori di piccole quantità di vini premium. Una caratteristica unica dei vigneti di Sacromonte è il terroir, risultato della sua posizione nelle selvagge sierre delle Maldonado, con ripide colline rivolte a nord e i suoi terreni rocciosi, ricchi di scisto di mica e granito.
Con il comfort e la raffinatezza degli hotel urbani, il Sacromonte Landscape Hotel sostituisce il concetto di camere contigue con cabine esclusive sparse nel paesaggio. Inoltre, ascensori e corridoi sono sostituiti da percorsi tortuosi. Un totale di 13 cabine (4 rifugi e 9 rifugi paesaggistici) sono disseminati sulla topografia del Sacromonte, alla ricerca dei luoghi migliori. Una cantina con un ristorante incastonato tra i vigneti, una reception con un negozio di vini e una terrazza in cima alla collina per la degustazione di vini danno gli ultimi ritocchi alle strutture dell’hotel.
Allo stesso tempo, è in atto una rete di elementi che amplifica l’esperienza del paesaggio, destinata a valorizzare luoghi inesplorati: una cappella aperta tra vigneti e sentieri, sentieri e percorsi attivati ​​da programmi per il godimento del vino, della cultura e dell’arte .
Ultimo ma non meno importante, Sacromonte è un’impresa sostenibile, che include la dimensione ambientale in tutte le sue decisioni. Edifici prefabbricati, vetro a bassa emissività, tetti viventi, uso di materiali locali per lavori in loco, un orto biologico, auto elettriche per il trasporto, energia rinnovabile, uso razionale dei fertilizzanti, uso delle acque sorgive e rifiuti ecologici il sistema di trattamento delle acque sono alcune delle strategie che rendono Sacromonte un campo di eventi armoniosamente coesistenti.

Rifugi Sacromonte
Un’esperienza prefabbricata del paesaggio.
Le esclusive sale Sacromonte iniziano in una fabbrica nell’area metropolitana di Montevideo. È un processo rapido di meno di 10 settimane, dopo di che vengono trasportati per più di 200 km in un solo giorno. Lasciando indietro la città, le stanze cessano di esistere come tali e diventano rifugi paesaggistici. Non sono più oggetti ma si evolvono piuttosto in esperienze.
La struttura metallica modulare, una miscela di telaio in acciaio e telaio in acciaio leggero, privilegia la semplicità costruttiva e l’uso efficiente dei materiali. La finitura è semplice ed espressiva. I materiali sono usati in armonia con la loro natura.
In netto contrasto, le pareti che sostengono i moduli prefabbricati sono costruite in loco con pietre locali e assumono diverse forme organiche adattate a ciascun posizionamento. Le piscine circolari, che compongono una nuova esperienza sensoriale del paesaggio, le completano.
Lo spazio è organizzato in una sequenza di strati longitudinali di diversi spessori, tra i quali si sviluppa la vita quotidiana. Il piano posteriore delle cabine è composto da pile di tronchi di legno, che ricordano le pile di legno tipiche degli stili di vita in ambienti naturali.
Lo strato seguente ospita le aree umide come il bagno e la cucina, un camino e un angolo di lettura ideale per leggere o dormire una siesta, al riparo dal paesaggio. Separato da un piano in legno, segue lo spazio principale che contiene la camera da letto, il soggiorno e la sala da pranzo, che si apre completamente sul paesaggio in cui è inserito e di cui è parte integrante.
La facciata è composta da un foglio di specchio unidirezionale, che copre la cabina con un effetto quasi magico, creando un limite teso sia tra il camuffamento che il ritmo della natura e l’irreale splendore della tecnologia e dei tempi moderni.

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas