THE TREE

MAG

Round House di Feldman Architecture

ARCHITETTO:

Feldman Architecture

PHOTO:

Adam Rouse

ANNO:

2020

LUOGO:

Los Altos Hills, California, U.S.A.

LINKS:

Nascosta a Los Altos Hills, la Round House, giustamente chiamata, è una struttura geometricamente unica; una delle poche case circolari di forma simile nella zona costruite negli anni ’60. I clienti si innamorarono della casa eccentrica e inizialmente pianificarono una modesta ristrutturazione. Subito dopo essersi trasferiti, la coppia ha riconosciuto inadeguatezze più gravi; in particolare, la grondaia bassa che ostruiva curiosamente le viste altrimenti spettacolari. Con la vista come forza trainante, i proprietari hanno colto l’occasione per modernizzare l’intera casa e aprirla a un’atmosfera più contemporanea.

Arroccato su un sito precipitoso, la struttura di 5.103 piedi quadrati ha una vista a 180 gradi con un ponte che corre lungo il suo perimetro. L’originario cortile centrale, un tempo a cielo aperto, è stato trasformato in cucina, un gesto appropriato per un aspirante fornaio e una famiglia di appassionati di cucina dove cucina e assembramento sono al centro della scena. Un grande lucernario circolare fa fluire la luce del giorno nella cucina, creando una meridiana improvvisata che illumina diverse sezioni della struttura curva personalizzata per tutto il giorno.

Dall’ingresso principale, i visitatori possono spostarsi senza sforzo attraverso il soggiorno a pianta aperta, la cucina e l’ampio ponte prima di circumnavigare la casa attraverso una passerella avvolgente. Un corridoio concentrico traccia la cucina, conducendo a discrete stanze a forma di torta disposte con cura per delimitare gli spazi privati ​​dalle aree comuni. Un ponte all’aperto è strategicamente ritagliato all’intersezione del soggiorno e della cucina, incorniciando viste tentacolari di South Bay. Porte a scomparsa alte e curve svaniscono nelle pareti, affermando una connessione perfetta tra interno ed esterno. Il modesto ponte perimetrale consente l’accesso all’esterno da tutte le camere da letto, mentre le pareti curve del paesaggio si irradiano verso l’esterno e in un morbido paesaggio.

I rivestimenti Shou Sugi Ban (legno carbonizzato), i pavimenti in cemento senza giunture, le pareti bianche curve e nitide e gli arredi interni minimalisti fanno sì che le viste colorate e drammatiche prendano la prima posizione. A causa delle sfide della sua forma circolare, il team di progetto ha dovuto cercare soluzioni creative in ogni aspetto dell’impresa. La maggior parte delle soluzioni convenzionali predilige la geometria rettilinea, che ha reso un intervento rinfrescante che è una risposta onesta ai vincoli di questo progetto unico. Rispettosa della forma originale della casa, la residenza aggiornata ora abbraccia pienamente la sua posizione attraverso una risposta sensibile al sito alla trama ripida e impegnativa.

Text provided by Architect

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas