THE TREE

MAG

Rombo IV di Miguel Angel Aragonés

 

Los Rombos sono quattro corpi assemblati insieme all’incidente formale generato dalla traccia urbana. È uno spazio privato con tre case e uno studio, in una zona centrale e boscosa di Città del Messico chiamata Bosques de las Lomas, con una continua interazione con l’albero; è forse il nostro ospite più presente e, in ogni caso, il più coinvolgente, proprio come l’ampia continuità dell’acqua. Fontane e specchi sono una risorsa naturale costante in cui il riflesso affina l’ambiente, in questo caso quasi sempre verde: come in quasi tutte le città molto popolate, l’albero è un bene prezioso, oltre a vegetazione, acqua, terra e persino più intimità al giorno d’oggi …

Desideravo avere un esterno che proteggesse la privacy, essere visto solo dal cielo, dall’aria o dal sole, che potesse vivere nella casa con la solitudine che la città brulica.

La fotografia racconta una piccola parte della storia di ciò che scopriamo come architettura, lasciando da parte il tocco e l’espressione dei materiali, la durezza e la morbidezza, il caldo e il freddo, la voce di uno spazio che accumula il viaggio del vento nel le foglie di un albero, il suono di una fontana, il suono sommesso del silenzio, un’immagine non descrive la fragranza di un giardino o l’odore di incenso: tutto questo parla di atmosfera e riparo, e lo trovo solo negli spazi che hanno bisogno di mormorare di luce. La forma del loro incidente più naturale non è altro che la conseguenza di uno spazio alla ricerca dell’intimità, con se stessi e delle esperienze che desideriamo ripetere sotto forma di architettura …

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas