Private Garden di Giacomo Costa

ANNO:

2009

Una serie ispirata al libro “Un mondo senza di noi” di Alan Weisman. La razza umana scompare all’improvviso, la natura si riprende il pianeta!

Giacomo Costa – Private Garden n.3 – 2009

Ci puoi parlare della serie Private Garden del 2009?

Questa serie riassume molte delle cose che ci siamo dette durante l’intervista.

In passato avrei sempre voluto rappresentare la natura, ma la tecnologia non me lo permetteva, finalmente nel 2008 arrivarono dei programmi che mi mettevano in grado di farlo.

L’idea di questo soggetto nasce dal libro Un mondo senza di noi di Alan Weisman. L’autore si immagina un mondo dove l’uomo all’improvviso si estingue e la natura in breve tempo conquista e cancella la sua opera come se non fosse mai esistito.

Noi crediamo di essere eterni ma in realtà siamo ben più deboli della natura che maltrattiamo costantemente.

Quest’opera diventa importante nella mia carriera perché è quella con cui sono stato invitato alla Biennale di Venezia del 2009.

Giacomo Costa – Private Garden n.5 – 2009