J House di Zooco Estudio

PHOTO:

image ©Imagen Subliminal

ANNO:

2018

LUOGO:

Madrid, Spain

Il progetto consiste nella costruzione di una casa all’interno di una casa, il che significa che è più simile al processo di costruzione di una casa unifamiliare che a una riabilitazione interiore. Questo perché ha una sua struttura, enclosure e installazioni. Nel suo stato originale era un loft aperto situato nel centro di Madrid, costruito nel tardo XX secolo. La struttura è costituita da pareti portanti e una struttura di pilastri in legno e una struttura orizzontale realizzata con sistema di volta catalana. Il concetto del progetto era di generare 10 strutture orizzontali in diverse altezze che abbracciavano funzioni diverse – che soddisfano le esigenze del cliente – sopra e al di sotto di esse in base alla sua altezza. Questo viene eseguito da una struttura metallica rifinita in bianco. Questa struttura a volte poggia sul pavimento e altre volte pende dal soffitto e i suoi spazi intermedi sono riempiti da pannelli di legno o di vetro a seconda della funzione che abbracciano. Lo stesso succede con le facciate di vetro. Il volume consente lo sviluppo di diversi usi e scale che offrono spazi sia intimi che collettivi. I diversi livelli e altezze funzionano come mobili che cambiano il loro utilizzo dallo spazio che generano, essendo sempre collegati da scale o corridoi corti. La privacy nelle diverse aree della casa è gestita dall’opacità del vetro che racchiude lo spazio della struttura interna, la maggior parte di essi sono trasparenti, ma alcuni sono resi traslucidi o opachi a seconda delle esigenze di privacy. Le esigenze del cliente erano un programma molto ampio in un punto della casa. Questo programma dovrebbe includere una camera da letto con bagno privato, un secondo bagno più grande e un’area flessibile e semiaperta che potrebbe, in futuro, abbracciare un’altra camera da letto. Sopra i piani orizzontali; un’altra camera da letto e uno studio / galleria con una libreria a muro. Al di fuori della struttura, la camera da letto principale collegata al bagno più grande e con l’opzione che entrambi potevano essere isolati dal resto della casa semplicemente aggiungendo una porta dal pavimento al soffitto; la cucina, è collegata alla zona pranzo e al soggiorno. Successivamente, per la cucina, c’è una zona ufficio e un bagno per le visite. Secondo la materialità, possiamo distinguere cinque elementi; La parete perimetrale portante fatta di mattoni clinker e dipinta di bianco; L’esistente pineta che costituisce la maggior parte della pavimentazione e alcuni dei recinti del progetto; La struttura metallica bianca; Le diverse superfici vetrate e il loro grado di opacità; e il calcestruzzo cerato, che genera una superficie continua senza giunture nelle superfici umide come il pavimento della cucina, il pavimento del bagno, i lavandini o la vasca da bagno.

RECENT IN ARCHITETTURA