Andrea Lupi: Art director di Antonio Lupi.

 

By Andrea Carloni & Carlotta Ferrati

Giugno 2019

Andrea Lupi, art director di Antonio Lupi, insieme ad i suoi fratelli è riuscito a trasformare la piccola ditta di specchi fondata dal padre negli anni ’50 in una delle più importanti aziende a livello mondiale per l’arredo bagno. Il segreto? Innovazione e ricerca, iniziando dal brevettare nuovi materiali e nuove tecniche costruttive.

Andrea Lupi

Antonio Lupi è un’azienda che esiste da circa 70 anni e negli ultimi decenni è diventata un punto di riferimento nel mondo del bagno. Qual è il suo segreto?

Antonio Lupi è stata fondata da mio padre negli anni ‘50, produceva prevalentemente specchi e accessori da bagno in cristallo. Circa 30 anni fa, con l’ingresso di noi quattro figli, l’azienda è cambiata molto; non era più un semplice produttori di accessori, ma un modo nuovo di ripensare il bagno.

Altra cosa importante che ci ha sempre distinto è la costante volontà di fare sperimentazione e cercare qualcosa di nuovo.

Antonio Lupi – Salone del mobile Milano 2019

Alla fine degli anni ‘90 l’attenzione dei media nei vostri confronti è aumentata molto.

Sì, questo è il periodo in cui noi figli iniziammo a lavorare in azienda e la prima sfida fu di utilizzare materiali solid surface come il Corian per realizzare i nostri oggetti. A quel tempo nessuno conosceva questi materiali compositi: ci permisero di creare un prodotto nuovo, di altissima qualità e su misura. Per la prima volta un progettista poteva inserire nei propri progetti un lavello, un piatto doccia o una vasca delle dimensioni che voleva, perché noi potevamo realizzarli su misura.

Antonio Lupi – Baìa by Carlo Colombo

Nonostante la dimensione industriale di Antonio Lupi riuscite a fare ancora il “su misura”?

Assolutamente sì. Non teniamo niente in magazzino e facciamo tutto su commessa. Riusciamo a soddisfare un ordine in 30 giorni. Se parliamo di segreti di successo direi che questo è uno dei primi.

Antonio Lupi – lavorazione Cristalmood

Quali sono le caratteristiche più importanti che deve avere un designer?

Conoscere lo stile e l’eleganza Antonio Lupi. Do molto spazio al designer e quando giudico un progetto innovativo mi butto a capofitto per realizzarlo.

Antonio Lupi -Introverso by Paolo Ulian

Durante lo sviluppo di un oggetto o di una collezione qual è il rapporto con il progettista? Mi sto riferendo al fatto che Antonio Lupi produce degli oggetti firmati da lei, insieme a Carlo Colombo.

In realtà quest’anno è stata la prima volta che ho messo la firma su un oggetto perché abbiamo brevettato un nuovo materiale che si chiama Cristalmood.

Comunque anche in passato mi sono sempre rapportato con gli architetti; è impossibile che un designer conosca perfettamente tutto il processo produttivo.

La mia attività è sempre stata quella di rendere realizzabile una buona idea e di migliorarla dove necessario. Molti progettisti mi chiedono un brief di progetto, ma preferisco non darglielo perché voglio che l’inizio sia in piena libertà espressiva e non vincolato ad un determinato oggetto o tema. Quello che mi interessa veramente è che venga espressa l’anima di Antonio Lupi.

Antonio Lupi – Lavabi Albume by Carlo Colombo e Andrea Lupi

Con l’avvento di Internet e dei social network com’è cambiato il modo di promuovere un’azienda?

Molto. Ho creduto in questo strumento fin dall’inizio.

Il nostro sito internet è un vero e proprio strumento di lavoro. In passato era veramente complicato spedire un catalogo dall’altra parte del mondo. Oggi grazie ad Internet possiamo far conoscere il dna dell’azienda in un attimo. I nostri agenti e i nostri rivenditori possono accedere al sito per avere tutto ciò che gli occorre in modo veloce e aggiornato, mentre i clienti hanno la possibilità di conoscerci guardando le tante schede e le foto dedicate ai prodotti.

Usate ancora i cataloghi cartacei?

Sì, certo, ma hanno un ruolo diverso rispetto al passato. Oggi sono più associabili a delle bibliografie molto curate, diventate loro stesse oggetti da collezione. Per la produzione di queste stampe facciamo molta attenzione ad ogni minimo dettaglio proprio come se fosse un nostro articolo da mettere in produzione.

Il successo nel tempo di un’azienda non è affidato al caso. La fortuna può aiutare per trovare un pezzo iconico nell’arco degli anni, ma per il resto ci sono moltissime parti da curare e fra queste l’immagine da trasmettere agli altri. L’attenzione maniacale che mettiamo nella realizzazione di queste stampe trasmette la serietà e la cura con cui Antonio Lupi cura i propri progetti.

Antonio Lupi – Vasi Masa by Calvi Brambilla

Made in Italy: è ancora così importante?

Direi di sì. Un’azienda come la nostra fattura per il 70% all’estero.

Le dirò, fa ancora più differenza essere un’azienda toscana, nata vicino al luogo natale di Leonardo da Vinci. Per i paesi più lontani queste origini sono molto affascinanti. In passato abbiamo associato il marchio Antonio Lupi a più slogan, adesso abbiamo lasciato soltanto “Made In Italy”.

Uno dei messaggi che ci piace sempre mettere in evidenza è che Antonio Lupi è un’azienda italiana che produce in Italia.

Chi compra Antonio Lupi è un individuo che cerca il lusso contemporaneo?

Negli ultimi anni l’azienda in parte è cresciuta anche grazie ad alcuni progetti che mi piace definire più “democratici” perché capaci di fare acquistare un pezzo Antonio Lupi anche a persone più attente al costo.

Vorrei sottolineare che il prezzo di questi prodotti non è legato ad una minore qualità, ma ad una ricerca e ad una sperimentazione di nuove tecnologie e materiali.

Ad un giovane imprenditore che vuole avviare un’azienda nel mondo del design in Italia che consiglio darebbe?

Qualsiasi tipo di attività vorrà avviare, la cosa fondamentale è avere la passione e la convinzione di voler emergere. Senza questo è impossibile fare la differenza.

Non si deve essere bravi a fare una cosa, dobbiamo essere i migliori.  Bisogna credere fermamente nelle nostre idee ed essere bravi a trasmetterle agli altri. Un errore che fanno in molti è quello di domandarsi cosa richiede il mercato e cercare di accontentarlo. Noi invece abbiamo sempre fatto ciò che ci piace, ciò in cui crediamo. Questo ci ha permesso di essere facilmente riconoscibili e di creare prodotti iconici.

Antonio Lupi – Lavabo in Corian Slot by Nevio Tellatin
ULTIME INTERVISTE