American West di Emiliano Ponzi

ANNO:

2018

Nel 2018 Emiliano Ponzi ha passato 21 giorni on the road nella costa Ovest degli USA. Dal suo taccuino di viaggio è nata la raccolta di disegni “American West”.

Emiliano Ponzi – American West – 2018

In American West, uno dei tuoi ultimi lavori, rappresenti una parte degli Stati Uniti molto suggestiva; il tutto nasce da un tuo viaggio attraverso luoghi e ambientazioni leggendarie, descritte attraverso altri mezzi da Steinbeck, Hockney, ecc. Ci vuoi dire il perché tutto ciò ti affascina così tanto e hai deciso di approcciarti ad un lavoro di questo tipo?

Emiliano Ponzi – American West – 2018

La prima cosa che volevo fare durante questa vacanza era non disegnare su committenza; volevo ritornare alle origini, anche grazie alla bellezza dei paesaggi e dei luoghi che ho visto. Volevo farmi suggestionare dalla luce, dalle architetture, dalle ambientazioni naturali. Poi questo è diventato un lavoro su commissione, perché ho fatto vedere alcune immagini al creative director del New Yorker, mio amico, che mi ha subito chiesto di fare un Instagram takeover del New Yorker Art account per una settimana, pubblicando le mie storie e i relativi disegni . Tutto è nato dalla volontà di andare a disegnare qualcosa di diverso, e quindi ritrovarmi all’interno di ambientazioni molto caratteristiche; ad esempio, a Page in Arizona ho visto il più bel tramonto della mia vita, così carico di striature, di colori e nuvole impressionanti, oppure la luce che si riflette all’interno dei canyon, piuttosto che l’atmosfera di Los Angeles… In questo senso credo che il disegno sia un vettore di conoscenza del mondo, perché disegnandolo assimili in qualche modo ciò che hai di fronte, come quando uno scrittore riempie un taccuino di viaggio e scrivendo si porta via un pezzo di ciò che ha visto, perché non basta solo vedere, ma poi riuscire a raccontare nuovamente la propria esperienza.

ULTIMI ARTICOLI