THE TREE

MAG

NATURE ONE Coffee di Point depth Design

ARCHITETTO:

Point depth Design

PHOTO:

Sight Photography-Soar

ANNO:

2020

LUOGO:

Foshan, Cina

LINKS:

Il progetto si trova all’angolo della vecchia strada di Tongji Road, Foshan, Guangdong, nascosto tra alberi lussureggianti. Ai vecchi tempi, la struttura dell’edificio era complicata, l’illuminazione interna era insufficiente, la forma esterna era irregolare e le colonne interne erano di dimensioni incoerenti. In base a questi vincoli, è la sfida del progettista preservare le tracce chiazzate dell’edificio, integrando la diversità funzionale della pianificazione spaziale e incorporando la cultura del leone di Foshan nell’anima e nel colore unici di un caffè di qualità.
La facciata adotta un’ampia area di vetro dal pavimento al soffitto per massimizzare l’introduzione di luce e bellezza naturale all’interno. Mentre migliora il problema dell’illuminazione, aggiunge anche un po ‘di vitalità allo spazio noioso. Sotto l’involucro della luce, lo squisito logo a forma di testa di leone in metallo LOGO e le vicissitudini originali della colonna di cemento si completano a vicenda, e la semplice bellezza raggiunge direttamente il cuore delle persone.

L’ingresso è un canale di transizione circondato da legno vecchio su tutti e quattro i lati. È diverso dal tono grigio degli interni, creando un caldo e un freddo visivamente contrastanti. Il leone di pietra all’estremità si accovacciò nella luce soffusa. Un dispositivo a forma di striscia bianca con una struttura in legno sporge dalla fessura della parete, utilizzando la porta come punto di partenza e la funzione combinata continua e cambia. Dai banconi della barra alta e bassa che guardano fuori dalla finestra, alla console operativa del caffè, al soffitto che ospita lo schermo di proiezione, e infine a terra per diventare un muro. È come una coda di leone che danza, salta in aria, cammina in modo flessibile tra gli spazi, forma una forma ondulata in tutto lo spazio, indebolendo l’esistenza del pilastro di cemento originale.
Entrando nella caffetteria, un bar quadrato in legno occupa il centro dello spazio e può essere seduto in giro. La colonna di cemento con il suo aspetto originale al centro si estende indefinitamente lungo la lastra di acciaio inossidabile a specchio, fissandosi nel riflesso, nella convivenza tra virtuale e realtà. Sia il soffitto che la trave e il pilastro rimangono nel loro stato originale. Le vecchie assi di legno e le piastrelle che sono state battezzate dal tempo sono distribuite in tutti gli angoli per continuare le loro storie in nuove forme.

Nell’espositore accanto al bancone, strati di vetro passano attraverso la vecchia stanza di legno, sfondando il muro ed estendendosi nel lavabo, sfocando i confini dello spazio. Introduci le tessere delle vecchie case Lingnan nello spazio e combinale con la lampadina per fungere da paralume, in modo che i vecchi oggetti possano ringiovanire e diventare un simbolo unico dello spazio. Gli angoli che circondano il bar hanno forme diverse, ma sullo sfondo delle tracce degli anni, sembra extra naturale. La collisione tra il nuovo e il vecchio non è più uno scontro, ma una tolleranza. Anche le persone che ignorano la propria vita possono vivere insieme armoniosamente sotto questa tolleranza e divertirsi.
Sul davanzale della finestra in dialogo con la natura, nello spazio privato chiudibile, nell’angolo del muro, accanto alla barra ovale in legno vecchio, siediti contro la finestra e puoi vedere le quattro stagioni di alberi fuori dalla finestra. All’interno, puoi goderti il ​​profumo del caffè, devi solo svuotare te stesso e lasciare un angolo per la tua anima.

Testo fornito dall’ Architetto

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas