Nakasone House di Escobedo Soliz

ARCHITETTO:

Escobedo Soliz

PHOTO:
 

Ariadna Polo, Sandra Perez Nieto

ANNO:

2020

LUOGO:

Mexico City, Mexico

LINKS:
 
 
Escobedo Soliz, Casa Nakasone, Ph: Ariadna Polo

La casa si trova in un quartiere informale alla periferia di Città del Messico. È una piccola casa di 110 m2 per un insegnante in pensione. Il budget limitato del cliente ci ha costretto a utilizzare i materiali più comuni ed economici del settore edile locale. Uno di questi materiali è il mattone pieno standard di 7-14-28 cm usato comunemente in questi quartieri per la sua durata, proprietà termiche e disponibilità. Abbiamo lavorato con la manodopera locale per reinterpretare le loro conoscenze sui sistemi di costruzione in muratura e ottenere risultati semplici ma potenti. Usando il semplice legame di mattoni correnti e uno spesso giunto di malta, siamo stati in grado di costruire muri con meno materiale in meno tempo. Per dare ai mattoni una consistenza più liscia, li abbiamo lucidati con un altro blocco di mattoni mentre la malta era fresca. Inizialmente, il progetto consisteva in due case a schiera gemelle all’interno di una trama piccola e stretta, una per il cliente e l’altra per sua sorella. Una volta che abbiamo iniziato la costruzione, la casa principale è stata cancellata e abbiamo fatto solo la casa per il cliente sul retro della trama, lasciando un grande giardino di fronte alla casa. A causa della crescita crescente e rapida di questa regione, stimiamo che in un periodo da 5 a 7 anni, i lotti circostanti si svilupperanno in modo molto denso e invadente, lasciando la nostra casa chiusa da un denso alloggio informale. A causa di questa caratteristica del contesto imminente, abbiamo deciso di progettare un corpo di mattoni intrusivo con uno scheletro di cemento che si apre su un patio interno per proteggere la vista dagli altri vicini. Questo patio è il nucleo dell’intero Progetto. La casa è rinforzata con telai in cemento armato per resistere ai comuni terremoti di questa regione. Abbiamo usato la Pietra vulcanica che abbiamo trovato sul terreno per costruire le basi, le fondamenta, le scale e il muro esterno della casa. La pietra vulcanica, insieme alla pelle di mattoni della casa, regola la temperatura della casa durante il giorno e la notte. I solai delle due camere sono costruiti in legno chiaro visibile degli spazi pubblici sottostanti.  Tutte le aree di servizio e di circolazione sono situate lungo una colonna vertebrale rettilinea, mentre gli spazi abitativi si trovano nei bracci della casa che racchiudono il patio. Questo spazio centrale-aperto articola il soggiorno e la sala da pranzo e grazie al bel tempo della regione, il patio può fungere da estensione di entrambi gli spazi pubblici per avere una più grande area comune al piano terra e regola la ventilazione degli spazi principali . La forte luce solare di questa latitudine unita alla materialità delle superfici in mattoni sulle pareti e sui pavimenti riproduce sequenze di colori e trame molto belle durante il giorno. Ogni spazio della casa è dotato di un diverso tipo e intensità di luce in base alle attività che si svolgono all’interno. L’onestà sull’uso di materiali, sistemi costruttivi e strutture è un omaggio alle bellissime e potenti chiese del dopoguerra di Rudolf Schwarz.

Text provided by architect

Escobedo Soliz, Casa Nakasone Ph: Sandra Perez Nieto
Casa Nakasone, Escobedo Soliz, Ph: Ariadna Polo

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas