Musico Iturbi di Roberto Di Donato Architecture

Musico Iturbi di Roberto Di Donato Architecture

Musico Iturbi di Roberto Di Donato Architecture

Nel 2017 Roberto Di Donato Architecture ha completato l’impegnativo restauro di un appartamento situato in un edificio storico dei primi del 20 ° secolo nel cuore di Valencia.
Dopo molti anni in stato di abbandono, l’appartamento era un guscio vuoto quando è stato acquistato dal cliente, creando numerose opportunità ma anche sfide per il team di progettazione.
L’approccio al progetto è stato guidato dall’ambizione di creare spazi abitativi moderni distinti, ma fluidi, quasi lasciando indisturbata la struttura esistente. “Abbiamo optato per l’introduzione di pareti non convenzionali, rendendo visibile e interconnessa l’intera profondità dello spazio”.
Lo spazio scorre costantemente da una zona all’altra, con la separazione tra la notte e la notte fornita da due alti elementi in legno. Questi elementi progettati su misura contengono anche gli armadi della camera da letto e tre serie di porte che consentono vari gradi di privacy.
Anche l’altezza del soffitto è stata considerata un elemento particolarmente prezioso nella ristrutturazione. La struttura del tetto è stata restaurata e mantenuta completamente esposta, nessun elemento del nuovo design entra in contatto con esso, sottolineando il rispetto per il passato e consentendo anche di percepire il pieno senso di spazio e volume dell’appartamento.
Un altro strumento utilizzato per enfatizzare la qualità speciale è la “direzione” degli elementi di design. Tutti i nuovi elementi costruttivi sono stati introdotti con una direzione forte e chiara nello spazio. Gli armadi in legno, le tende bianche a tutta altezza e la scala alta accentuano la verticalità dello spazio. A sua volta, il lungo piano di lavoro della cucina, il piedistallo in cartongesso bianco e la sua linea di luce stanno migliorando la dimensione orizzontale.
Con uno spazio ridotto, breve e budget, il progetto è riuscito a introdurre un linguaggio di design contemporaneo, migliorando al contempo il carattere e la materialità del vecchio spazio. Aggiungendo solo nuove funzionalità essenziali, “ferite” e strati di trasformazioni nel corso degli anni sono stati attentamente conservati e visualizzati per migliorare il senso di continuità con la storia dell’edificio.

[lab_divider title=”RECENT IN ARCHITECTURE”][lab_portfolio_items category_filter=”no” columns=”4″ pagination_type=”hide” portfolio_query=”size:12|order_by:date|post_type:,portfolio|tax_query:11″]

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas