Milos House

K-Studio. Arroccata sul bordo della scogliera a Plaka, la principale città dell'isola greca di Milos, questa casa del 19° secolo è stata attentamente restaurata per offrire a una famiglia londinese un autentico rifugio estivo tradizionale ma pratico.

Originariamente costruita nel 1813, la casa è in realtà un corpo di pietra vecchio di 200 anni. A differenza degli stili costruttivi più recenti, non è costituita da elementi separati, praticamente ogni parte è stata costruita in pietra. Abbiamo voluto rispettare questo elemento, lasciando intatti i muri spessi 60 cm ed eseguendo un intervento chirurgico molto preciso e deliberato sull’edificio con un intervento minimo. Abbiamo eliminato le aggiunte strutturali più recenti per far rivivere l’intenzione originaria del progetto e tutti i nuovi elementi sono stati costruiti con tecniche tradizionali utilizzando materiali di provenienza locale. L’accesso limitato a causa delle strette strade all’interno di Plaka ha reso necessario il trasporto manuale di questi materiali dalla strada più vicina che sale attraverso il villaggio fino alla casa.

Originariamente la casa era divisa in 2 zone: il piano terra come spazio principale di vita e di intrattenimento e il seminterrato, scavato nella roccia della montagna, come deposito e spazio di servizio. Abbiamo voluto preservare i caratteri contrastanti dei 2 piani, ridistribuendone l’uso programmatico. Il livello inferiore, simile a una grotta, è diventato una suite per gli ospiti, separata e privata, ma a pochi passi dalla casa principale. Le pareti sono rifinite in modo approssimativo, seguendo la superficie naturale della pietra, il pavimento è posato con pietre di ardesia organica e la luce naturale è bassa a causa delle piccole aperture e dell’altezza ridotta del soffitto.

Il piano superiore, alto e luminoso, ha al suo interno i principali spazi abitativi, adattati alla moderna vita familiare. Il cortile d’ingresso è stato trasformato con la rimozione di un soffitto in lastre di cemento degli anni ’90 e la sua sostituzione con un elegante pergolato in bambù. Abbiamo aggiunto una doccia, un lavandino e un appendiabiti per i teli da spiaggia, in modo che lo spazio sia ora utilizzato come “zona di disabbiatura” post-spiaggia prima di entrare nella casa principale.

All’interno, le finiture semplici e grezze offrono una pausa rinfrescante. I pavimenti in ardesia e legno e le pareti non verniciate permettono alla casa di respirare e i mobili e gli arredi su misura rispettano lo stile locale, incorporando al contempo elettrodomestici e tecnologia all’avanguardia. Questo è particolarmente vero per la cucina, che in origine si trovava all’interno di una stanza più piccola, ma che oggi è uno spazio grande, professionalmente attrezzato ma tradizionalmente progettato per l’uso quotidiano e per le riunioni di famiglia. Un nuovo soppalco nella camera da letto dei bambini libera uno spazio utile per i giochi e offre l’opportunità di un bagno e un guardaroba, mentre nel soggiorno un nuovo camino crea un punto focale e contribuisce a trasformare la casa in una casa accogliente e familiare.

Share the Post:

Related Posts

Lycée Schorge

Kéré Architecture, Diébédo Francis Kéré. Located in the third most populated city in Burkina Faso, the Lycée
Schorge Secondary School sets a new standard for educational
excellence in the region, while providing an inspiring showcase of
local building materials applied to an iconic and innovative design.

Read More

SKF-RTL Children Learning Centre

Kéré Architecture.
The SKF-RTL Children Learning Centre is an education facility that
welcomes children between the ages of four and 14 from Nyang’oma Kolego and the surrounding district in Kenya.

Read More