THE TREE

MAG

MIA’s Office di MIA architecture

ARCHITETTO:

MIA architecture

PHOTO:

MIA architecture

ANNO:

2020

LUOGO:

Liège, Belgio

LINKS:

Il progetto consiste nella realizzazione di un volume destinato ad ospitare gli spazi di uno studio di architettura, una sala riunioni e locali tecnici.
Il volume è impiantato nell’ampliamento di una casa esistente realizzata negli anni ’70 in un ambiente fortemente boscoso, da cui prende il linguaggio architettonico per la base (mattoni dipinti, teste in muratura, altezza). Posta su questa base, troviamo la “scatola specchio” che ospita le funzioni professionali.

Questo volume è ricoperto da una pelle a specchio per “scomparire” nel suo ambiente. Grazie all’elevata capacità di riflessione di questo rivestimento, il nuovo edificio si fonde letteralmente con il sito. In modo quasi surreale, la grande baia uffici quadrata dà l’impressione, dal giardino, di un’immersione nello spazio interno,
attraverso una tacca nella vegetazione posata su una base in mattoni. Le altre finestre sono nascoste dietro la pelle traslucida (vetro SGG Mirastar®) e sono visibili solo dopo il tramonto.

L’accesso avviene tramite una passerella in grigliato metallico, fluttuante sopra una nuvola d’erba, che conduce ad una porta di legno scoperta dall’estrusione della pelle dello specchio nell’angolo nord-ovest.
Dallo spazio di lavoro, l’ampia apertura sul giardino permette di ridurre il limite interno / esterno e di sentirsi immersi nell’ambiente diretto.

L’edificio è stato costruito con un telaio in legno (trave a I) di spessore compreso tra 30 e 36 cm, riempito con isolamento, che lo rende particolarmente efficiente dal punto di vista energetico. L’utilizzo di questo principio costruttivo ha inoltre permesso di ridurre i tempi di costruzione ad un periodo di +/- 3 mesi.

Testo fornito dall’ Architetto

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas