THE TREE

MAG

Ledding Library di Hacker Design Team

ARCHITETTO:

Hacker Design Team

PHOTO:

Jeremy Bittermann

ANNO:

2021

LUOGO:

Milwaukie, Oregon, U.S.A.

La nuova Ledding Library di 18.000 piedi quadrati occupa una posizione unica ai margini del centro di Milwaukie, nell’Oregon, tra un’area naturale umida, un parco cittadino e il municipio. Il progetto mira a creare una presenza civica per la biblioteca, riflettendo la sua posizione stimata nella storia, nella comunità e nel centro di Milwaukie, sfruttando al contempo l’ambiente naturale unico. La sua forma trae ispirazione dal movimento naturale dei fiumi, piegandosi attraverso il sito per catturare ampie vedute delle vicine querce e del corso d’acqua. L’ampio uso del legno sia all’esterno che all’interno aiuta a fondere la biblioteca con l’ambiente circostante, creando un’atmosfera calda, accogliente e vibrante. La visione per la nuova biblioteca è stata guidata da quattro principi principali sviluppati con il personale della biblioteca, i membri della comunità e il consiglio comunale.

Persone: fornire un vivace centro di informazioni per la comunità che riunisce le persone, stimola l’immaginazione e arricchisce la vita.

Prosperità: fornire una biblioteca innovativa, all’avanguardia e orientata al futuro che supporti sia gli sforzi della comunità che quelli individuali.

Pianeta: L’architettura esalta l’esperienza del paesaggio circostante ed è un modello di progettazione sostenibile e di recupero ambientale.

Luogo: la biblioteca è un accogliente punto focale civico che promuove l’educazione e la comprensione della cultura, della comunità e della storia di Milwaukie.

La biblioteca originaria è stata aperta nel 1962 e occupava l’ex casa donata di Florence Olsen Ledding. Tre aggiunte sono state aggiunte alla casa originale creando complessità strutturali e di utilità e sfide per l’accessibilità, le operazioni della biblioteca e la flessibilità. La decisione di costruirne di nuovi sul sito esistente ha spostato l’attenzione sulla capitalizzazione dell’attributo più forte del sito: la sua adiacenza a uno stagno panoramico di una zona umida e affluente del fiume Willamette. Il parcheggio è stato riconfigurato per correre lungo l’intero margine occidentale del sito, tamponando l’adiacente ai condomini vicini e consolidando le aree paesaggistiche e naturali a est, lungo il corso d’acqua. Grandi finestre lungo la facciata orientale, ombreggiate da grandi querce, si allineano con aree salotto per la lettura con vista diretta sugli alberi e sul laghetto. Il guadagno termico è controllato sulla facciata occidentale con finestre più strette e un’ampia pensilina d’ingresso, che fornisce ombra pomeridiana.

La biblioteca aperta interna avvolge gli spazi del personale, un’ampia sala comunitaria, piccoli spazi per riunioni e servizi edilizi. I patroni entrano al centro dell’edificio, accolti dalla vista prominente sulle Querce e sul vicino laghetto. Le aree per adulti e bambini sono separate nelle parti opposte della forma dell’edificio per la separazione acustica e programmatica. La forma ondulata del soffitto si ispira al flusso dell’acqua, la geometria specifica è guidata dalle condizioni e dalle influenze esterne, come la pensilina in rovere sporgente, così come la modellatura dello spazio interno.
Fedele alla visione, la biblioteca dispone di un sistema meccanico a lastre radianti idroniche ad alta efficienza per il riscaldamento e il raffreddamento dello spazio bibliotecario aperto. La disposizione e le dimensioni delle finestre sono ottimizzate per la luce diurna e il controllo termico. Un impianto fotovoltaico da 40 kW montato sul tetto compensa ulteriormente il consumo di energia.

Text provided by Architect

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas