THE TREE

MAG

Kardella Street Residence di studiofour

ARCHITETTO:

studiofour

PHOTO:

Shannon McGrath

ANNO:

2020

LUOGO:

Australia

 

Il design del Kardella Street Residence, un’aggiunta a due piani a un Art Déco esistente, dichiarato patrimonio culturale, deriva dall’opportunità di fornire un collegamento più forte con l’immediato contesto paesaggistico verde del sito all’interno del tanto ricercato distretto di Hedgeley Dene Gardens. Mitigando una disparità tra il livello del pavimento esistente e il livello del sito, l’estensione diventa una zona di transizione interno / esterno, scendendo dolcemente dall’interno della casa al giardino. Come un anfiteatro su scala residenziale, il viaggio unico offre l’opportunità per molti livelli diversi di intrattenimento, tra cui cucina all’aperto, posti a sedere integrati e zona pranzo all’aperto.

Il sito era precedentemente occupato da un’abitazione che non aveva alcun collegamento con il paesaggio e ha voltato le spalle alle viste prese in prestito disponibili nei giardini di Hedgeley Dene. In sostanza, il nostro compito era che la nuova aggiunta fosse fluida, permeabile e altamente connettiva con il paesaggio. Le dimensioni e la forma della struttura moderna sono ora posizionate per incorporare queste viste nella casa, connettersi intimamente con il paesaggio sia percepito che reale.

La risposta del design è un’aggiunta minima nella materialità e nei dettagli, che pone l’accento sullo sfondo fornito dai giardini oltre. Gli elementi interni mantengono la semplicità e sono estesi all’esterno per creare una transizione minima tra interno ed esterno. Fondato in un senso di calma, l’interno e l’esterno integrati migliorano la funzionalità e il benessere dell’utente.

All’ingresso attraverso l’edificio art déco restaurato, due aperture di portale opposte su entrambi i lati dell’ingresso inquadrano il paesaggio circostante, collegando immediatamente i giardini al programma costruito. Tuttavia, c’è una certa disconnessione tra questa visione, ed è solo quando si entra nella nuova aggiunta, attraverso un corridoio compresso, che si sperimenta l’ampio spazio a doppia altezza. È qui che l’impatto del paesaggio degli alberi, sia adiacente che oltre, è immediato e divorante. Questo spazio a doppia altezza ospita il cuore della casa, con l’obiettivo di fornire una connessione reale e tangibile al paesaggio.

Testo fornito dall’ Architetto

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas