THE TREE

MAG

Hill Country Wine Cave di Clayton Korte

ARCHITETTO:

Clayton Korte

PHOTO:
 
Casey Dunn
 

ANNO:

2019

LUOGO:

Texas, USA
 
LINKS:
 
 

Situata all’estremità orientale del Texas Hill Country, questa cantina vinicola privata funge da destinazione lungo un’ansa appartata del fiume Blanco. Scavato nella parete nord di una solida collina calcarea, questo tubo rivestito di calcestruzzo proiettato è protetto a est ea ovest da alte querce e olmi, che gli permettono di quasi scomparire all’interno del paesaggio nativo. La modesta corte d’ingresso esterna rivela un po’ di mistero in quanto offre solo un assaggio di ciò che si trova all’interno. Pesanti massi calcarei, raccolti dallo scavo, e una vegetazione lussureggiante camuffano ulteriormente l’ingresso mentre si scende nell’imboccatura della grotta.

Una sala degustazione, un bar, una cantina e un bagno sono tutti nascosti in un tunnel esistente alto 18′ x 70′ profondo. L’apertura esterna della grotta è ricoperta da un portale in cemento formato da tavole che modella le superfici irregolari del calcare e mantiene strutturalmente l’imboccatura della terra tagliata. Il cemento è destinato a patinare naturalmente nel tempo mentre il muschio e l’edera nativi si aggrappano al viso e si arrampicano sulle pareti calcaree fiancheggianti per fondere ulteriormente la parete di testa con l’ambiente circostante.

Una volta all’interno, uno studio di quercia bianca, sia grezza che ebanizzata, si mescola all’abete Douglas a venatura verticale per rivestire le pareti e i controsoffitti in un caldo contrasto con il cemento e la pietra più robusti che circondano. Finestre in legno e acciaio isolate e a taglio termico garantiscono la separazione tra l’interno e l’esterno, così come la sala divertente e la cantina refrigerata. Il cedro recuperato è stato recuperato e fresato per le superfici del controsoffitto dai bordi vivi per il bancone di degustazione e la vanità del bagno galleggiante. “È come una nave in una bottiglia”, osserva Brian Korte, FAIA, architetto capo del progetto. “I componenti dell’inserto in legno sono volutamente tenuti lontani dalle pareti esistenti della grotta in modo che la stanza rimanga adattabile.”

Seduta sotto il profilo completamente arcuato sul retro della grotta, la cantina privata è circondata da casse che forniscono spazio per una collezione privata in continua espansione di +/- 4.000 bottiglie. Questo spazio è controllato termicamente dalle temperature sotterranee naturalmente più fredde con un raffreddamento supplementare per aiutare a mantenere un’atmosfera ottimale di 55-60 gradi.

Text provided by the architect

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas