THE TREE

MAG

High Desert Residence di Hacker Design Team

ARCHITETTO:

Hacker Design Team

PHOTO:

Jeremy Bittermann

ANNO:

2021

LUOGO:

Bend, Oregon, U.S.A.

High Desert Residence è una casa dell’Oregon centrale che trova un senso di calma e rifugio nell’equilibrio tra paesaggio e cielo. Questa casa di 4.300 piedi quadrati con quattro camere da letto è progettata come un normale santuario del fine settimana per una coppia attiva e una vacanza per la loro famiglia allargata: un luogo dove tutti possono riunirsi e stare insieme, con un equilibrio tra stanze private e spazio comune .

Situato vicino a Bend, nell’Oregon, il design della residenza è fortemente influenzato dalle forme naturali, dai colori e dalle trame del paesaggio dell’alto deserto. La terra in questa caratteristica regione del Pacifico nord-occidentale è estremamente giovane dal punto di vista geologico, e i segni della recente attività e formazione geologica possono essere trovati ovunque – dalle forme pure dei coni di scorie vulcaniche agli enormi flussi di lava cocente e all’ancora montagne aguzze e frastagliate. Il cielo è vasto e sorprendente, capace di un blu profondo senza nuvole, tramonti drammatici sulle Cascate, grandine delle dimensioni di una pallina da golf e abbastanza neve in inverno da far crollare gli edifici. C’è una freschezza nel paesaggio e un aroma nell’aria che non si trovano in nessun’altra parte del mondo.

Un esterno in cedro, acciaio e vetro conferisce all’High Desert Residence una presenza audace nel paesaggio arbustivo e vulcanico. Da lontano, i prominenti piani di cedro che avvolgono la casa appaiono monolitici; da vicino, dettagli naturali fini, variazioni di colore e imperfezioni del legno creano un motivo organico che mantiene il design radicato nell’ambiente circostante. La forma della casa è semplice progettata per modificare il rapporto tra paesaggio e cielo e per coltivare un’esperienza unica di entrambi da ogni stanza. I piani esterni semplici e mobili e le finestre sono accuratamente allineati in modo che ogni stanza abbia una vista incorniciata sia sulla terra che sul cielo, ma non attraverso la stessa apertura. Ciò porta l’attenzione sull’immediatezza della flora e della fauna del deserto nel cortile d’ingresso e nel giardino, cattura la trama tentacolare di colline lontane e offre viste ancorate verso l’alto al cielo apparentemente infinito del deserto.

Gli spazi interni sono definiti da elementi opachi piuttosto che da un vero e proprio recinto fisico, in modo che anche stanze voluminose possano fornire un senso di intimità. Lo stesso cedro utilizzato all’esterno viene trasportato anche negli interni, apparendo continuo attraverso il vetro da molte angolazioni e rafforzando l’esperienza mista indoor-outdoor. Una semplice tavolozza di legno bianco, nero e naturale offre uno sfondo senza tempo per la collezione personale di mobili della metà del secolo dei clienti.

Nello spirito di creare una casa che mantenga loro e i loro ospiti con i piedi per terra e presenti, i clienti volevano che High Desert Residence fosse semplice da usare e mantenere. Dà la priorità alle funzionalità analogiche rispetto a quelle high-tech in modo che chiunque si trovi lì possa sentirsi a proprio agio e avere il controllo dell’ambiente senza bisogno di istruzioni speciali o abilità tecniche.

Text provided by Architect

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas