Hand di Claesson Koivisto Rune & Yuji Takahashi

DESIGNER:

Claesson Koivisto Rune, Yuji Takahashi

PHOTO:

Claesson Koivisto Rune

ANNO:

2019

PRODUZIONE:

Claesson Koivisto Rune – Svezia

Sasimonokagu Takahashi – Giappone

Claesson Koivisto Rune presenta la collezione di mobili in legno su misura per Tokyo Craft Room durante DesignArt Tokyo 2019
La collezione di mobili in legno HAND è il risultato di una collaborazione unica tra l’architetto e designer svedese Claesson Koivisto Rune e l’esperto falegname giapponese Yuji Takahashi.

“Durante il nostro primo incontro, Takahashi-san ha iniziato a mostrarmi alcuni campioni sul suo iPad. Quando abbiamo guardato i dettagli ho pensato tra me e me: “Questo è irreale. Non puoi farlo, è impossibile creare una scatola o un vassoio in questo modo “, ricorda Rune con un sorriso.

Secondo Rune, “Volevamo fare qualcosa che non avevamo mai fatto prima e vedere quanto potevamo sfidare Takahashi-san. Quando il pubblico vede questo prodotto, vogliamo che capiscano quanto è stato realizzato. “

Tokyo Craft Room è stata avviata dal direttore creativo Teruhiro Yanagihara al fine di utilizzare Hamacho Hotel come piattaforma per abili artigiani giapponesi, nonché designer nazionali e internazionali per collaborare e innovare utilizzando i loro vari mestieri. Attraverso le loro creazioni, uno spazio di permanenza pieno di artigianato provenienti da tutto il Giappone offre un’esperienza ricca per gli ospiti.

All’inizio del progetto, sono state acquisite informazioni sulla dimensione dello spazio e sui suoi requisiti funzionali trascorrendo una notte a Tokyo Craft Room. Queste osservazioni hanno gettato le basi per le prime discussioni con Takahashi sul tipo di mobili che potevano creare insieme. Le conversazioni di Rune e del suo team con Takahashi non solo hanno rivelato il potenziale delle sue abilità di falegnameria, ma un puro entusiasmo per il suo mestiere.
Il design finale della collezione di mobili HAND ha spinto ulteriormente Takahashi e il suo team dal punto di vista tecnico poiché le sezioni trasversali di ciascuna delle parti componenti sono realizzate in modo tale da diventare progressivamente più sottili verso i loro bordi esterni, con uno spessore del bordo di soli pochi millimetri.
Questo assottigliamento delle parti inizia al centro di ogni parte, il che significa che tutti i mobili mancano di superfici vere e piatte. Tutte le superfici sono leggermente convesse. Anche la superficie superiore del piano del tavolo ha una campanatura molto sottile, una qualità non facilmente osservabile ma più evidentemente percepita attraverso il tocco.

Inoltre, queste superfici convesse si incontrano lungo il bordo esterno di ciascun componente che a sua volta forma una forma perimetrale da una serie di curve, prive di linee rette. La somma di queste scelte rappresenta una sfida considerevole per la produzione di utensili manuali. Tuttavia, la collezione completa di mobili conserva una particolare tattilità che spesso si perde nella produzione di serie più grandi. L’impatto dei pezzi HAND si approfondisce con un esame più attento dell’eccezionale dettaglio offerto da Yuji Takahashi e dal suo team.

 “Quando penso all’artigianato giapponese, un esempio lampante è il santuario di Ise Jingu. Ogni venti anni fanno una replica per sostituire il complesso del santuario esistente e, usando vecchie tecniche, mantengono viva la tradizione. “

“La ricerca è qualcosa che è sempre presente nel nostro lavoro”, spiega Rune. “Lavoriamo insieme da 25 anni, ma siamo ancora tre persone molto curiose che sono costantemente alla ricerca di ciò che sta accadendo e perché. Vogliamo sapere perché alcune persone fanno la stessa cosa in modo diverso. “

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas