THE TREE

MAG

Emergere, nuova cantina Pacherhof di Bergmeisterwolf Architekten

Emergere, nuova cantina Pacherhof di Bergmeisterwolf Architekten

Emergere, nuova cantina Pacherhof di Bergmeisterwolf Architekten

ANNO:

2018

Un monolite di bronzo, tra i vigneti della Valle Isarco, caratterizza il progetto di ampliamento di questa antica cantina.

Bergmeisterwolf Architekten – Emergere, nuova cantina Pacherhof – 2018 – Photo: Gustav Willeit

Cosa puoi raccontarci questo progetto?

Il progetto è sito nella Valle Isarco in prossimità dell’abbazia di novacella costruita nel XII secolo. Qui i monaci erano soliti produrre il vino con il raccolto dei campi vicini. Successivamente molte aziende agricole hanno iniziato la propria attività vinicola. Pacherhof non solo fu la prima ma alcuni documenti dimostrano la loro cantina era in funzione prima della costruzione del monastero. Questo è il motivo per cui Pacherhof è oggi classificato come bene di alto pregio architettonico e culturale. Dalla storica cantina, attraverso una scala e un tunnel, si raggiunge la nuova cantina di forma trapezoidale al di sotto del terreno esistente. Nell’angolo più alto del lotto emerge una torre piramidale, rivestita in pannelli di bronzo che diventa parte del paesaggio contrastando le vette delle montagne. La torre ospita un ufficio e una sala degustazione al piano superiore. Da qui il viticoltore può godere di una vista che abbraccia i vigneti, l’antica fattoria e il paesaggio circostante. Al piano primo avviene la raccolta dei grappoli d’uva che vengono poi trasportate al piano interrato attraverso un’apertura nel solaio. Al piano interrato avviene la produzione vera e propria.

Bergmeisterwolf Architekten – Emergere , nuova cantina Pacherhof – 2018 – Photo: Gustav Willeit

Le aperture della torre non presentano alcuna cornice o ombreggiamento, ma sono a filo con i pannelli di bronzo, mentre il vetro è trattato con un effetto bronzato. L’obiettivo è quello di creare un volume geometrico solido, puro, monolitico. L’ingresso alla cantina è segnalato da un muro in cemento che ha due funzioni: da un lato serve a direzionare il visitatore verso il parcheggio, dall’altro accompagna la rampa che porta alla nuova cantina. La scelta dei materiali rafforza il contrasto tra la vecchia e la nuova cantina: da una parte l’intonaco grezzo e il metallo per l’estensione dall’altra l’intonaco liscio e il legno per la vecchia cantina. Elementi quali, le botti di rovere e i serbatoi di acciaio, le antiche volte e le nuove forme dell’ampliamento, l’intonaco ingrigito della cantina esistente e quello grezzo della nuova stabiliscono delle relazioni capaci di evidenziare il valore storico, culturale e sensoriale dell’intervento.

Bergmeisterwolf Architekten – Emergere, nuova cantina Pacherhof – 2018 – Photo: Gustav Willeit
[lab_divider title=”ULTIMI ARTICOLI”][lab_portfolio_items category_filter=”no” columns=”3″ portfolio_query=”size:9|order_by:date|post_type:,portfolio|tax_query:1358,1186,1188,1170″]

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas