THE TREE

MAG

Elementary School Amos di SOA Architekti

ARCHITETTO:

SOA Architekti

PHOTO:

BoysPlayNice

ANNO:

2019

LUOGO:

Psáry, Repubblica Ceca

 

La nuova scuola elementare integra liberamente lo sviluppo alla periferia del villaggio suburbano e con la sua caratteristica sagoma archetipica completa la sua identità visiva. L’edificio con una disposizione a grappolo di aule è progettato secondo uno standard energetico passivo con un’enfasi su spazi comuni di qualità e funge da centro comunitario del comune.

Urbanistica e progettazione architettonica

Il nuovo campus scolastico crea all’interno del comune un luogo con una propria identità. Nonostante le sue dimensioni, l’edificio e la sua area di ingresso non disturbano il contesto spaziale e funzionale del luogo in quanto si trova sull’altra estremità di un asse urbano che collega il campus con la piazza del villaggio svelando il suo potenziale per diventare una strada vivace. Il carattere comunitario dell’edificio è supportato visivamente da una biblioteca pubblica situata in un angolo esposto di fronte al villaggio.
La scuola è disposta su un pendio dolce e il design funziona con diversi conteggi di piano rivolti verso l’area di ingresso da un lato e il cortile della scuola dall’altro. Il grande edificio è diviso in diversi volumi strutturali per adattarsi al meglio alle dimensioni del quartiere.
L’aspetto dell’edificio verso lo spazio pubblico è determinato da quattro volumi dominanti a due piani a tetto spiovente con espressione archetipica minimalista ispirata alla tipologia rurale che accoglie le aule e l’amministrazione scolastica. Come elemento di collegamento tra di essi vi è una struttura di ingresso inferiore con tetto piano contenente aree comuni come mensa scolastica e palestre. In contrasto con la facciata bianca minimalista delle strutture circostanti, questo volume centrale è rivestito con doghe in larice verticale dal profilo distintivo che coprono anche le finestre che consentono livelli di trasparenza diversi in base alle esigenze interne.

Layout dell’edificio

L’interno è progettato come “paesaggio di apprendimento”, uno spazio fluido inondato di luce che crea zone definite naturalmente di diversi livelli di privacy in base all’uso dello spazio. L’edificio è utilizzato anche per le attività di doposcuola e come centro comunitario che si riflette nella qualità progettata degli spazi comuni sia visivi che funzionali.
Il cuore della scuola è la mensa situata nell’edificio centrale. Questo spazio multifunzionale a doppia altezza continua nell’atrio d’ingresso e grazie all’ingegnosa pianta del pavimento può essere trasformato in auditorium per un palcoscenico collocato nella piccola palestra adiacente dietro una grande parete mobile nella parete della mensa. La terrazza esterna accanto alla mensa, riparata da una verde pendenza del terreno, fornisce come parte della scuola spazio aggiuntivo per l’interazione e allo stesso tempo estende lo spazio didattico dei seminari al piano terra.
Le aree di apprendimento sono situate negli edifici bianchi adiacenti organizzati in gruppi attorno ad ampie scale. Ogni gruppo è composto da due o tre aule e una sala centrale, ha accesso a uno spazio esterno e una propria identità colorata. Grazie alla connessione visiva di tutti gli spazi, il cluster crea un’unità più piccola racchiusa in modo naturale all’interno del grande edificio, consentendo molteplici concetti di insegnamento e uso variabile. I grappoli possono essere facilmente adattati dai bambini usando pareti con una speciale superficie magnetica e scrivibile.
La lavorazione del legno presente all’interno è molto importante per l’ambiente. Il legno viene utilizzato come materiale strutturale della griglia del tetto nella hall e nella mensa, come rivestimento delle pareti e per mobili da incasso, davanzali e rivestimenti di facciate. Insieme a un’identità grafica giocosa basata sui disegni dei bambini, gli elementi in legno danno una sensazione calda e familiare all’intero edificio.

Struttura, tecnologia

L’edificio è una struttura monolitica in cemento armato. Le capriate in legno incollate sono utilizzate per il tetto piano dell’edificio centrale, i tetti a falde sono supportati da telai in acciaio. Le pareti esterne e interne sono realizzate con mattoni di pietra calcarea.
L’edificio è progettato come casa passiva. Il riscaldamento è fornito da pompe di calore combinate con caldaie a gas che coprono le ore di punta e consentono di utilizzare le pompe di calore in modalità ottimale. C’è un riscaldamento a pavimento ad acqua calda supportato da termosifoni nelle aule.
Lo scambio d’aria è fornito da un sistema di ventilazione a pressione controllata con recupero di calore passivo con efficienza del 77%. Le unità del sistema di ventilazione sono situate decentralizzate sui tetti e sui solai di ogni edificio. L’intensità della ventilazione viene controllata automaticamente utilizzando i valori di CO2 nelle aule. In estate il sistema viene utilizzato per il preraffreddamento notturno dell’edificio operando a intensità più elevata.
Nell’edificio è installato un sistema di accumulo dell’acqua piovana esteso che utilizza l’acqua piovana per l’irrigazione e lo scarico dei servizi igienici.

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas