THE TREE

MAG

Cunningham Street Residence di studiofour

ARCHITETTO:

studiofour

PHOTO:

Shannon McGrath

ANNO:

2021

LUOGO:

Australia

 

L’obiettivo di Cunningham Street Residence è preservare il patrimonio della casa aumentando le connessioni spaziali e le funzioni adatte alla vita contemporanea.
La casa originale è stata costruita nel 1972 ed è stata progettata da Wayne Gillespie come il suo primo progetto indipendente e la sua prima casa. Il brief dei clienti era di fornire una soluzione olistica, il loro brief era di rafforzare la visione originale di Gillespie, invece di creare una visione alternativa che la contrastasse direttamente.

Al centro della visione del progetto c’è il desiderio di una ristrutturazione economica che offra tutti i vantaggi di una nuova casa, pur raggiungendo un alto livello di autenticità, offrendo un design personalizzato pieno di anima.
La risposta progettuale riflette l’integrità del tessuto costruito esistente. Il focus è sull’esperienza piuttosto che sulla forma, e tutta l’enfasi è posta sulla qualità dell’esperienza piuttosto che su un’affermazione visiva.

Mentre la casa esistente era di costruzione solida, gli interni sembravano leggeri al confronto e non scorrevano o funzionavano come desiderato. Alcuni spazi, in particolare la cucina esistente, erano bui e compartimentati e non sfruttavano appieno i possibili collegamenti con il giardino.
La chiave per massimizzare lo spazio interno è una maggiore connessione e interazione degli spazi attraverso una serie di aperture a portale. Il risultato è una casa in cui la forma architettonica e i suoi interni agiscono come un tutt’uno, e la transizione tra forma costruita e paesaggio è sfocata.

Text provided by Architect

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas