THE TREE

MAG

Colonnade House di Splinter Society

ARCHITETTO:

Splinter Society

PHOTO:

Sharyn Cairns

ANNO:

2021

LUOGO:

Melbourne, Australia

LINKS:

Colonnade House è emersa da un brief per una grande casa di famiglia che rispettava, ma era nettamente diversa dalla loro casa federativa esistente. Laddove l’edificio storico era di natura leggera, conteneva stanze chiuse e scollegate ed era mal posizionato con conseguente sensazione di angusto, l’estensione doveva essere moderna, robusta, realizzata in cemento e ben collegata ai dintorni del giardino. Insieme, vecchi e nuovi dovevano sentirsi tranquilli e rilassanti ed essere un grande intrattenitore per la famiglia amante dell’arte.

Nel creare un dialogo con l’elegante casa del patrimonio, l’aggiunta è un moderno adattamento delle sue distinte caratteristiche originali. Laddove il vecchio è decorato con dettagli decorativi, il nuovo contiene una grana decorativa moderna contenuta di acciaio raffinato, legno, intonaco e dettagli di piastrelle. Laddove la disposizione tradizionale conteneva stanze definite chiuse, l’estensione utilizza dispositivi architettonici per creare un piano desiderato e scorrevole, pur mantenendo la sua definizione spaziale e programmatica. Laddove il vecchio contiene linee del tetto a capanna che si intersecano, il nuovo le imita con forme geometriche minime del tetto e soffitti alti. Laddove il vecchio conteneva finestre decorative in legno, le finestre in acciaio di nuova creazione ne estraggono i dettagli che collegano dal vecchio al nuovo.

L’edificio esistente ospita gli spazi privati, consentendo un’intimità e un romantico fascino d’altri tempi. Una nuova entrata divide in due il vecchio e il nuovo, consentendo agli occupanti di apprezzare il legno dipinto di nero della vecchia casa prima di entrare in un drammatico stile di galleria che collega l’atrio. Da qui parte l’idea del colonnato, omonimo del progetto.

Nel fornire l’estetica della casa in cemento desiderata con un budget limitato, è stato creato un colonnato in cemento in situ dominante, che corre centralmente attraverso la nuova estensione e collega la vecchia casa al giardino. Questo dispositivo funzionale filtra e scherma la luce tra gli spazi abitativi e la piscina e il giardino a nord. Tra le colonne si trova una collezione di lettini da giorno e piedistalli intimi, soleggiati e collegati al giardino per ospitare sculture. Sostenuto da queste colonne galleggia un semplice tetto a capanna nera.

Con un artista proprietario, il controllo della luce sia naturale che artificiale, l’inquadratura delle viste e la creazione di superfici ricche e strutturate ma sottili erano fondamentali per completare la gamma di arte e scultura rotanti che adorneranno la casa. Una tavolozza di legni spazzolati a mano, intonaci, cemento e piastrelle di ceramica è stata scelta per fornire questo sfondo smorzato gratuito. Ove necessario, specchi scuri, lamiere metalliche e elementi decorativi in ​​acciaio esaltano e riflettono queste superfici e incorniciano l’architettura.

Questa casa piena di luce bilancia la nuova massa termica, la vecchia struttura riisolata e i doppi vetri in tutto. La nuova aggiunta si riorienta con successo a nord e fornisce una casa ben ventilata che collega con successo gli occupanti a un bellissimo paesaggio in stile prato appena creato. L’acqua calda solare, i serbatoi d’acqua e il fotovoltaico lavorano tutti per aiutare i principi passivi delle case ben eseguiti a creare una casa altamente efficiente.

Questa modernizzazione di un’elegante casa di famiglia storica significa che è pronta ad abbracciare la sua fase successiva. La sua ricca qualità esperienziale, il dialogo sul patrimonio poetico, l’ispirazione dell’illuminazione naturale e i raffinati dettagli dei materiali assicureranno che arricchisca davvero la vita dei suoi abitanti.

Text provided by Architect

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas