Andrew Trotter: un’architettura creata con semplicità e stile

Luglio 2020

NOME:

Andrew Trotter

INTERVISTA by:

Andrea Carloni 

LINKS:

Andrew Trotter

Dato che sono inglese e stiamo lavorando in tutto il mondo, ci vedo un’azienda europea.

Una casa non dovrebbe distinguersi nel suo contesto.

Il bianco non è un colore, ma lo usiamo il più delle volte

Progettiamo in modo tale che chiunque usi i nostri edifici si senta a casa

Andrew Trotter è un designer inglese che vive tra la Spagna e l’Italia. Durante la sua vita ha visitato molti luoghi e lavorato con molte persone diverse. Ha studiato interior design in Australia e poi è tornato nel Regno Unito per lavorare nel campo del design e dell’architettura. Ma la sua curiosità e il desiderio di nuove esperienze erano enormi, quindi decise di lavorare nel campo della moda con Yohji Yamamoto e altri stilisti. Tra le tante cose che ha fatto, ha fondato la rivista Openhouse con Mari Luz Vidal. La Masseria Moroseta costruita in Puglia è il suo primo pezzo di architettura. Nell’architettura di Andrew Trotter, esperienze e conoscenze diverse si sono unite per creare edifici molto semplici ed eleganti, rispettosi del contesto e delle tradizioni del territorio.

Andrew Trotter by Marcelo Martínez

La tua azienda è spagnola ma alcune delle tue opere più importanti sono costruite in Italia. Com’è lavorare in Italia?

Al momento siamo basati a Barcellona, ma non mi vedo come una società spagnola.
Dato che sono inglese e stiamo lavorando in tutto il mondo, ci vedo un’azienda europea.
Adoriamo lavorare in Italia. A volte può essere frustrante, lo stile di vita mediterraneo può essere piuttosto lento, ma ci divertiamo sempre con i progetti e le persone con cui lavoriamo.
Gli italiani sono bravi artigiani e possono fare cose straordinarie, ma altre cose come le belle finestre sottili con cornice in metallo sono difficili da trovare. A volte ci sono troppe regole.

Villa Castelluccio by Andrew Trotter ph: Salva Lopez

Che tipo di relazione hai con il contesto?

Ho viaggiato in Italia negli ultimi vent’anni, ho molti amici lì e mi sento sempre a casa.

Villa Cardo by Andrew Trotter ph: Salva Lopez

Hai obiettivi ricorrenti durante la progettazione?

Semplicità ed essere fedeli all’area che stiamo costruendo. Vogliamo sempre che progettiamo per la posizione. Una casa non dovrebbe distinguersi nel suo contesto.

Masseria Moroseta by Andrew Trotter ph: Salva Lopez

Che tipo di relazione hai con il cliente durante il processo di progettazione?

Di solito i nostri clienti diventano buoni amici. In realtà scegliamo con chi vogliamo lavorare per la sensazione che ci danno.

È importante avere un ottimo rapporto con i tuoi clienti in quanto è un matrimonio di almeno 2-3 anni. Progettiamo per i nostri clienti per piacere, non per metterci in mostra. Dobbiamo sapere molto dei nostri clienti e dei loro amori e delle loro abitudini.

Villa Castelluccio by Andrew Trotter ph: Salva Lopez

Hai materiali o colori che preferisci?

Il bianco non è un colore, ma lo usiamo il più delle volte, principalmente sotto forma di vernice a calce naturale. Altri colori che usiamo spesso sono neutri, color pietra e rossi terrosi. Adoriamo le pietre naturali e i legno massello. Tutto per essere il più puro e naturale possibile.

Villa Cardo by Andrew Trotter ph: Salva Lopez

Quando guardo le tue opere provo una sensazione di pace e armonia, sembrerebbe che il tempo rallenti. Potrebbe essere un’interpretazione corretta?

Hai centrato il soggetto. Progettiamo in modo tale che chiunque usi i nostri edifici si senta a casa. Si sentano a proprio agio e rilassati.
Vogliamo che le persone possano staccare la spina e divertirsi senza fare nulla.

Masseria Moroseta by Andrew Trotter ph: Salva Lopez

Ho viaggiato in Italia negli ultimi vent’anni, ho molti amici lì e mi sento sempre a casa.

Di solito i nostri clienti diventano buoni amici.

Adoriamo le pietre naturali e i legno massello.

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas