THE TREE

MAG

Thomas Phifer: la luce come elemento essenziale del progetto

Thomas Phifer è un architetto di new york che per un breve periodo ha vissuto a Roma. Durante la sua carriera ha avuto modo di costruire diverse strutture espositive ed alcune abitazioni private. Nonostante i fattori coinvolti per progettare una struttura museale siano molto diversi rispetto a quelle di una abitazione privata, è cmq possibile trovare alcuni tratti ricorrenti nell’architettura di Phifer. Due fra questi sono sicuramente la grande attenzione nella scelta dei materiali ed l’utilizzo della luce come vero e proprio elemento progettuale.

Silvia Camporesi: l’arte di fotografare la propria arte.

In realtà l’intervista a Silvia Camporesi è stata realizzata alcuni mesi fa, uno fra i tanti motivi per cui la pubblichiamo solo oggi è sicuramente il fatto che con questa intervista volevamo segnare l’inizio di una lenta mutazione di The Tree Mag da magazine di architettura a lugo dove è possibile trovare un punto di osservazione su alcuni aspetti della contemporaneità. Al tempo dell’intervista non eravamo ancora pronti.

Simone Subissati: l’architettura delle relazioni

Architetto a tutto tondo, Simone Subissati si forma presso la Scuola Fiorentina, dove viene influenzato dal movimento Radical e in particolar modo da due suoi esponenti, Remo Buti e Gianni Pettena.

Sixty-Nine di No Architects

Il numero sessantanove è più di un riferimento sessualmente codificato, che non è stato l’ispirazione per la progettazione di questo spazio. Tuttavia, né il numero sessantanove né i colori utilizzati sono casuali. L’ispirazione per l’interno e il suo tema numerico erano i dipinti.

Tini M by Tinihome

Tini® è moduli prefabbricati realizzati in Spagna in 60 giorni e trasportati in qualsiasi luogo. Ogni modello è pronto per l’uso ed è completamente arredato.

Bars di Teixeira Design Studio

Un buon design dovrebbe essere autoesplicativo della sua usabilità, ma non dovrebbe limitarlo. Questo è stato un aspetto importante durante la creazione della scrivania Bars.

PIVÅ Tables di Kauppi & Kauppi

PIVÅ di Karl Andersson & Söner è un’ampia famiglia di tavoli stabili scultorei, ispirati agli alberi maestosi e alla forma della transizione dove il tronco incontra il suolo.

Lorenzo zandri: fotografare la dimensione umana del progetto.

Lorenzo Zandri è un giovane fotografo che formatosi come architetto ha preferito costruire immagini invece che cose. Vive tra Parigi e Londra ed il viaggiare è sicuramente una componente importante del suo lavoro. Lorenzo Zandri ha uno stile colto e esplicitamente rivolto al passato, ma tutto ciò non è il fine del suo lavoro ma solo il mezzo per scoprire la dimensione umana dei soggetti che ritrae.

La Macchina Studio: quando la multidisciplinarietà crea il progetto

Gianni Puri ed Enrica Siracusa sono due giovanissimi architetti, amici e colleghi sin dai tempi dell’università. Portano avanti l’idea di un processo progettuale ricco di riferimenti e suggestioni provenienti da diversi contesti culturali, non ultimi il teatro e la musica. La rappresentazione grafica è per loro un metodo di indagine, con il quale si spingono ben oltre i classici schemi del disegno tecnico, con l’obiettivo di produrre scenari architettonici inaspettati e sorprendenti!

THE TREE MAG – The Fruits of Ideas